Creative Commons lancia il Public Domain Mark

Creative Commons ha da poco annunciato il lancio del suo Public Domain Mark 1.0.

Questo nuovo strumento è stato concepito al fine di etichettare quelle opere che si ritengano non più soggette alle limitazioni previste dalle norme di diritto d'autore (ed eventuali diritti connnnessi) quali opere entrate in pubblico dominio.

Adottare il Public Domain Mark permetterà non solo di comunicare chiaramente al pubblico l'accessibilità ai contenuti di un'opera e la riutilizzabilità degli stessi senza il rischio di incorrere in violazioni di copyright, ma contribuirà anche alla diffusione e reperibilità delle opere stesse su Internet.

In quest'ottica, il Public Domain Mark potrà dunque rivestire un ruolo importante nella promozione del pubblico dominio digitale; tra i primi utilizzatori si può segnalare proprio Europeana (la biblioteca digitale europea che riunisce libri, film, musiche, dipinti, giornali, manoscritti ed altri contenuti forniti dai musei e dalle istituzioni dei 27 paesi membri dell'UE), la quale ha già deciso di adottarlo come contrassegno standard per le opere in pubblico dominio presenti sul proprio portale.

Qui l'annuncio ufficiale di Creative Commons (in inglese).

Link

AllegatoDimensione
pdmark.png1.02 KB