Cerca su creativecommons.org Pubblica su creativecommons.org Le licenze Creative Commons offrono sei diverse articolazioni dei diritti d'autore per artisti, giornalisti, docenti, istituzioni e, in genere, creatori che desiderino condividere in maniera ampia le proprie opere secondo il modello "alcuni diritti riservati". Il detentore dei diritti puo' non autorizzare a priori usi prevalentemente commerciali dell'opera (opzione Non commerciale, acronimo inglese: NC) o la creazione di opere derivate (Non opere derivate, acronimo: ND); e se sono possibili opere derivate, puo' imporre l'obbligo di rilasciarle con la stessa licenza dell'opera originaria (Condividi allo stesso modo, acronimo: SA, da "Share-Alike"). Le combinazioni di queste scelte generano le sei licenze CC, disponibili anche in versione italiana. Creative Commons è un'organizzazione non-profit. Le licenze Creative Commons, come tutti i nostri strumenti, sono utilizzabili liberamente e gratuitamente, senza alcuna necessita' di contattare CC per permessi o registrazioni. Per saperne di più, puoi leggere una introduzione a CC, guardare l'animazione "Diventa Creativo", frequentare le nostre liste e navigare nel nostro sito.

SAVE THE DATE: CCIT2009 a Torino sabato 28.11.2009

Nel contesto della conferenza annuale del Centro NEXA su Internet & Società, che avrà luogo a Torino sabato 28 novembre 2009, si terrà anche una sessione dedicata allo stato di Creative Commons in Italia, riprendendo la consuetudine annuale degli incontri "CCIT". Maggior informazioni nei prossimi mesi su questo sito, alla pagina http://www.creativecommons.it/ccit09/.

Lessig a Milano il 27.03

Event: Meet The Media Guru | Lawrence Lessig
Date: 27th March 2009
Venue: Mediateca Santa Teresa, Milan, Italy

www.meetthemediaguru.org

Incontro a Torino l'8 aprile su tavolo congiunto CC-SIAE

Nell'ambito dei mercoledì di NEXA, il prossimo 8 aprile alle ore 17 in corso Trento 21 a Torino avremo come ospite l'avv. Deborah De Angelis, avvocato in Roma e membro del gruppo di lavoro Creative Commons Italia, per una discussione sui lavori del tavolo congiunto CC ITALIA-SIAE annunciato lo scorso dicembre. La partecipazione all'incontro è libera.

CORTI A PONTE - un altro film festival

Riceviamo notizia e volentieri pubblichiamo i link relativi alla rassegna concorso di cortometraggi "Corti a Ponte", con premio speciale per corti CC. Scadenza per l'invio delle opere: 15 marzo 2009.
----
CORTI A PONTE - un altro film festival
Ponte San Nicolò (Padova) - 3-4 Aprile 2009 -

http://cortiaponte.it

Rassegna concorso di cortometraggi con premio speciale per corti CC.
Scadenza per l'invio delle opere: 15 marzo 2009.
Scarica il regolamento e la scheda d'iscrizione alla pagina:

http://cortiaponte.it/download.php

Il festival intende promuovere riflessioni sul bene comune, in particolare nella sua concretizzazione attorno al diritto d'autore e al Software. Intende educare alla bellezza, alla qualità artistica, alla legalità ed alla condivisione. Intende stimolare l'espressione personale attraverso il mezzo video.
Sono in programma, tra l'altro, concerti e mattinate per le scuole con proiezioni di video fatti da bambini per bambini.

Presentazione libro: Manuale operativo all'uso delle licenze Creative Commons

All'interno della rassegna "Musica circolare", il giorno mercoledì 18 febbraio alle ore 20,30, Simone Aliprandi presenta il suo ultimo libro in materia di diritto di autore. L'iniziativa si terrà a Torino, presso il circolo El Pueblo in corso Palestro n. 3.

Per approfondimenti:

http://aliprandi.blogspot.com/

http://www.copyleft-italia.it/libro4/

COMUNICATO: Costituito gruppo di lavoro misto CC-IT/SIAE

Torino, 10 gennaio 2009. Il 23 dicembre 2008 a Roma si è formalizzata la costituzione del Gruppo di Lavoro Giuridico misto, composto da rappresentanti della SIAE e da esponenti del gruppo di lavoro Creative Commons Italia, tra i quali l’Avv. Deborah De Angelis in qualità di referente principale basato a Roma.
Il Gruppo di Lavoro Giuridico misto, che si incontrerà a Roma, presso la sede della Direzione Generale della SIAE, indicativamente ogni 15 giorni, svolgerà uno studio approfondito per dare la possibilità agli autori che hanno optato per il rilascio delle proprie opere con licenze libere, riservandosi gli usi commerciali, di affidare alla SIAE la raccolta e distribuzione dei relativi proventi.
Il primo incontro ha avuto luogo ieri, 9 gennaio 2009.

CREATIVE COMMONS ITALIA
Il gruppo di lavoro Creative Commons Italia gestisce, su mandato di Creative Commons e su base volontaria, la versione italiana delle licenze Creative Commons, ne spiega il funzionamento e ne promuove l'utilizzo. Gestisce inoltre il sito ufficiale http://creativecommons.it, dove sono disponibili ulteriori informazioni e notizie su Creative Commons. Creative Commons Italia è un progetto del Centro NEXA su Internet & Società del Politecnico di Torino, http://nexa.polito.it.

Report dal Creative Commons Technology Summit di Cambridge

Il 12 Dicembre 2008 si è tenuto a Cambridge, nei locali del MIT Stata Center, il secondo Creative Commons Technology Summit. Riceviamo e volentieri pubblichiamo un resoconto del Summit, realizzato da Davide Bardone, dell’Internet Media Group e NEXA Center for Internet & Society del Politecnico di Torino . A Davide vanno i nostri ringraziamenti per l’interessante report e per aver rappresentato il gruppo di lavoro di CC Italia in questa sede.

Segue, punto per punto, la descrizione delle principali relazioni presentate durante il Summit.

Faccia a faccia tra CC e SIAE - La Stampa e La Repubblica

Il 27 novembre 2008, a Milano, si è tenuto un faccia a faccia, che ha visto protagonisti Joichi Ito, CEO di Creative Commons, e Giorgio Assumma, presidente SIAE. L'incontro, organizzato da Reti, ha attirato l'attenzione dei media. Segnalato da La Stampa.it il 26 Novembre, anche La Repubblica.it ne riferisce, con un lungo articolo.Il confronto si è svolto all'insegna della massima cordialità e gli inviti alla collaborazione si sono ripetuti. Potrebbe dunque trattarsi di un importante tassello per risolvere l'annoso problema della compatibilità tra licenze CC ed affiliazione alla SIAE. La cautela, tuttavia, è d'obbligo, tanto è vero che così si conclude l'articolo di Repubblica: "in Olanda e in Danimarca le società di autori e editori, rispettivamente Buma/Stemra e Koda, hanno adottato in via sperimentale le licenze Creative Commons come alternativa possibile per gli autori di quei paesi. Cosa che in Italia, fra riunioni, gruppo di studio e promesse, non è ancora stato fatto, e che lo stesso Juan Carlos De Martin, a capo della sezione italiana di Creative Commons, presente al convegno, ha chiesto nuovamente di prendere in considerazione. A rispondere, il solito, affabile, Assumma: vediamoci, parliamone, entrate nei gruppi di analisi della Siae. Come a dire: dobbiamo cambiare, ma ci vuole tempo e volontà politica. Chi ha orecchie per intendere, intenda."

Joi Ito, CEO di CC, a Milano

"Meet the media Guru, incontri con personalita' dei nuovi media" ha recentemente (28 Novembre 2008) ospitato Joichi Ito, CEO di Creative Commons Corporation.
L'incontro non è il primo a veder protagonista Ito in questa sede: sul sito di MTMG sono disponibili i materiali relativi al precedente incontro del 2005. Non si può che consigliare di tenere d'occhio il sito, sia in attesa dell'eventuale pubblicazione dei materiali relativi al recente incontro, sia per non perdersi i prossimi "Media Guru" di passaggio a Milano!

Opere CC al Sulmonacinema Film Festival 2008

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

LA RIVOLUZIONE CREATIVE COMMONS
CC al Sulmonacinema Film Festival 2008 (3-8 novembre)

"Même père même mère" del collettivo catanese Malastrada, "Oggi ho altro da fare" del videomaker abruzzese Antonello Schioppa, "Muto" di Blu, street artist italiano celebre nel mondo, rispettivamente per le sezioni lungometraggi, cortissimi e ARTeCINEMA video: tre i lavori rilasciati quest'anno in CC per la ventiseiesima edizione del Sulmonacinema Film Festival (direttore artistico Roberto Silvestri), che si conferma una vetrina per giovani autori ma anche un'occasione per riflettere sul cinema indipendente e sulle produzioni dal basso.
Quest'anno si &egr

Syndicate content