Volevo solamente annunciare l'uscita del mio libro "Copyleft & opencontent - L'altra faccia del copyright". A questo indirizzo trovate tutte le informazioni utili: http://www.copyleft-italia.it/libro Nel frattempo potete anche dare un'occhiata al sito www.copyleft-italia.it che rappresenta il completamento telematico del libro (con i documenti, le fonti, gli aggiornamenti). L'opera è rilasciata sotto licenza Creative Commons ed è disponibile anche in versione digitale scaricabile dal sito. E' stato applicato un prezzo di copertina particolarmente accessibile che non si allontana molto dal libro scaricato, stampato e rilegato in copisteria. Spero che tale mio contributo possa arricchire le conoscenze della comunità opensource e incentivare ulteriori spunti di riflessione e...

di Antonella Beccaria (shalom@linux.it) Originariamente apparso su Opensource (http://opensource.dschola.it/), n. 6, Systems Comunicazioni, Vigano di Gaggiano (MI), Febbraio 2004. URL: http://www.interpuntonet.it/OpenSource/rivista/6/creative/creativee.html. Nasce il gruppo di lavoro nazionale che aderisce al movimento inaugurato nel 2001 da Lawrence Lessig. Un momento per definire strategie e impostazioni per il futuro La nascita a livello internazionale del progetto Creative Commons (http://creativecommons.org/) risale al 2001 con il supporto del Center for the Public Domain (www.centerpd.org) e il coinvolgimento di personaggi come James Boyle, professore alla Duke Law School, Michael Carroll della Villanova University School of Law, Molly Shaffer Van Houweling del Center for Internet...

Questo sito ospita contenuti presi dal precedente sito creativecommons.it. Durante il trasferimento dei contenuti abbiamo cercato di rispettare la paternità di tutti i lavori, riportando, quando possibile, i nomi degli autori delle pagine originali. Per motivi tecnici, in tutte le pagine appare il testo "Inviato da Commoners": questo è un automatismo del CMS utilizzato per realizzare la nuova versione del sito. Per fare in modo che i vostri nomi (come autori originari di una certa pagina) appaiano al posto dei nostri, siete pregati di Registrarvi compilando questo form. Inviare una mail a webmaster at creativecommons.it, nella quale indicate la URI della pagina di cui richiedete l'attribuzione e il vostro...

Stampa Alternativa abbraccia le licenze Creative Commons Fedele ad oltre 30 anni di storia indipendente e dirompente nello scenario culturale italiano, Stampa Alternativa si prepara ad abbracciare le licenze Creative Commons. Nel 2005 partirà un'apposita collana dove verranno raccolte e pubblicate opere di vario tipo rilasciate sotto tali licenze. Verranno scelti sia testi italiani inediti sia traduzioni di testi straneri già diffusi con licenze analoghe. Ancora una volta si tratta di un progetto unico in Italia, e tra i pochi al mondo di questo genere: dare spazio e diffondere opere letterarie liberamente condivisibili, distribuibili e, nel caso l'autore lo specifici, anche modificabili. Un'iniziativa cruciale e necessaria per "liberare" la cultura dall'asfittica tenaglia del copyright...

Collane di opere sotto licenze Creative Commons Alcune case editrici hanno espresso il loro interesse a pubblicare opere sotto licenze Creative Commons. Ci auguriamo che queste iniziative diventino sempre più numerose e per questo invitiamo chi è un editore a valutare l'ipotesi di pubblicare una o più collane sotto licenze Ccpl. Chiediamo anche a chi è in contatto con case editrici di sensibilizzarle informandole su questa possibilità. In ogni caso ti invitiamo a segnalarci su questa pagina se hai in mente opere rilasciate sotto una delle licenze Creative Commons che reputi meritevole di essere stampata e pubblicata. case editrici che hanno pubblicato o hanno intenzione di pubblicare opere sotto una delle licenze Creative Commons. Case editrici che pubblicano opere sotto licenze Ccpl...

Un progetto analogo: Music Liberata - Free and Open Classical Music Library http://www.musicaliberata.org/ The primary focus of the Musica Liberata library project is to release under an open license high-quality editions of public domain classical music. This basicly means: no copying fees, nothing to pay for public performance, recording or broadcast." Looks like a nice project -- give them a visit! ftp://ftp.ibiblio.org/pub/multimedia/musicaliberata Un po' di link interessanti relativi al progetto li trovate su freesheetmusic.net http://www.freesheetmusic.net/Classical.html

Per avere un'idea del sostegno che "Scarichiamoli!" riceve progressivamente dalla rete si dia uno sguardo a google. http://www.google.com/search?q=%22scarichiamoli%22+commons Segue un parziale elenco dei siti e delle realtà che ci sostengono (ordine cronologico) http://www.attivista.com http://www.iskida.org/activists/ http://www.zeusnews.it/index.php3?ar=stampa&cod=3697&numero=999 http://paride.splinder.com/post/3787694 http://www.puta.it/blog/ http://www.debianizzati.org/modules/news/article.php?storyid=52 http://www.costozero.org/wai/a7.html http://sebastianopagani.weblogs.us/archives/023507.html http://www.vita.it/articolo/index.php3?NEWSID=51255 http://www.equalism.org http://linuxfr.org/2005/01/13/18069.html (francese) http://misterreset.blogspot.com/2005/01/scarichiamoli-...

Il 13 febbraio 2005 la versione in inglese del comunicato è stata spedita a Pierre Levy, Lawrence Lessig, Richard Stallman e Pekka Himanen http://www.creativecommons.it/pipermail/community/2005-February/000112.html (D. Moi) X: e-mail inviata. Quotidiani X http://www.unita.it/ tecnici|unita.it X http://www.repubblica.it/ larepubblica|repubblica.it X http://www.ilmanifesto.it/ redazione|ilmanifesto.it X http://www.corriere.it/mondo_corriere/mailcenter/carta.shtml X http://www.espressonline.it/ d.hamaui|espressonline.it X http://www.liberazione.it/ culture|liberazione.it X http://www.lastampa.it/ lettere|lastampa.it X http://ilmessaggero.caltanet.it/ infoannunci|piemmeonline.it (failed) associazioni X http://www.opencontent.it (via form sul sito) X http://www.ascii.it/ X http://...

All'attenzione del Dott. Maurizio Zammataro "Rispettiamo assolutamente la richiesta di distanza e di giusta distanza tra società civile e società politica, però oggi vi chiediamo... io sono qui a chiedere... di dotarci degli strumenti affinché, per esempio, mentre si avvia il percorso di community building si scriva insieme, come è avvenuto sul tema del software libero, la proposta di un disegno di legge che parte da un'idea molto semplice: che ciò che è finanziato integralmente a fondo perduto con soldi pubblici sia di dominio pubblico sottoposto alle Creative Commons". Gentile Dott. Zammataro, queste sono parole da Lei pronunciate il 16 dicembre 2004, durante il Suo intervento alla conferenza che ha lanciato le licenze Creative Commons Italiane. La presente proviene da membri di...

Pages